Genocidio

Print Friendly, PDF & Email

Genocidio

Parola dotta composta dal greco ghenos (stirpe) e dal latino ceades (dal verbo caeduo), uccisione, sterminio, ma coniata solo nel 1944 dal polacco Raphael Lemkin per indicare la strategia politica razziale nazista ovvero annientare ogni “razza” diversa dalla germanica considerata ariana pura (cfr. il saggio Viaggiarsi dentro sulla non scientificità delle teorie razziali e delle contraddizioni) ma non solo; eliminare ogni forma di dissidenza al regime quindi anche non gruppi considerati una razza o, meglio, etnia come appartenenti a religioni, idee politiche e via dicendo, in aperta divergenza ideologica con il potere dominante.

Sebbene tale crimine contro l’umanità fosse contemplato come reato infamante già nel 1907, nella Convenzione dell’Aja, e non poteva riguardare ovviamente il genocidio nazista, fu usato nel processo di Norimberga, celebrato subito dopo la Seconda guerra mondiale, per incriminare i responsabili nazisti di tale crimine aberrante. È bene ricordare che le Nazioni Unite mai han processato Stati che si sono resi responsabili di genocidi sistematici al pari del nazismo sebbene, lo stesso Organismo Internazionale, avesse creato una commissione apposita contro tal crimine (UNGC). Pertanto l’eccidio armeno da parte dei Turchi (si legga della Aslan, La masseria delle allodole) fu condannato, e in ritardo, solo dalla Francia.

Così mai si condannò universalmente lo sterminio degli indiani d’America da parte degli USA o la distruzione sistematica di grandi civiltà (Maya e Aztechi) da parte della “cristianissima” Spagna (il noto Nulla Salus extra Ecclesiam1). Ed ora, lo sterminio dei palestinesi e dei curdi? I primi dal sionismo ebraico, i secondi dalla Turchia che insegue ancora il sogno ottomano e, paradossalmente, è alleata dell’Occidente come Israele. Nulla si muove e non si muoverà. Troppi interessi, spesso torbidi, bloccano l’Onu che, come volevasi dimostrare, non ha nessuna forza reale.

Autore: Enrico Marco Cipollini

1Formula teologica (usata per la prima volta da Origene), che sintetizza il principio secondo cui la salvezza è possibile solo se si appartiene alla Chiesa istituita da Cristo.



Il secolo del genocidio


 

Updated: 9 Marzo 2016 — 17:42