Abasia

image_pdf- Stampa l'articolo da PDF -

ABASIA

L’abasìa è una patologia di origine psicologica consistente nell’impossibilità o nella grande difficoltà nel camminare, causata dalla riduzione della coordinazione dei movimenti, e si manifesta pur in assenza di compromissione del sistema nervoso o dell’apparato muscoloso.

La parola “abasia” deriva dal greco a (alfa) privativo e basis marcia, e quindi sottolinea la difficoltà di camminare.

Frequentemente è associata a difficoltà o incapacità di mantenere la stazione eretta. Può essere permanente se dovuta a cause organiche cerebrali (quali ictus) o transitoria come manifestazione di un sintomo nevrotico. Anche Freud ha usato il termine “abasia” nella sua opera Studi sull’Isteria.

Le cause dell’abasia sono diverse, tuttavia, la maggior parte di esse, sono da ricollegare allo stato psichico del paziente. Un ruolo fondamentale gioca l’ansia e, in genere, la paura associata a un particolare evento, passato o futuro, anche reazioni improvvise a pericoli imminenti, possono provocare alcuni stati temporanei di abasia che, solitamente, si risolvono in pochi minuti.

Se il disturbo non dovesse manifestarsi come qualche caso isolato conviene affidarsi alle cure di uno specialista che psicologo o psichiatra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This